logo desktop
logo mobile
Laici impegnati… Preghiera, Azione e Sacrificio...
Vivere l’esperienza di fede, l’annuncio del Vangelo e la chiamata alla santità.

Siamo un’associazione di laici cristiani impegnati a vivere la vita di ogni giorno alla luce dell’esperienza di fede e della chiamata alla santità. Proponiamo iniziative e percorsi di formazione rivolti a tutte le fasce d’età, dai bambini e i ragazzi fino agli adulti e agli anziani, passando per i giovani e gli adolescenti.

Crediamo che sia doveroso e possibile educarci reciprocamente alla responsabilità, in un cammino personale e comunitario di formazione umana e cristiana. Vogliamo essere attenti, come singoli e come comunità, alla crescita delle persone che incontriamo e che ci sono state affidate.

IN FOCUS
  • Vespri d’Arte. Alle radici della nostra fede (locandina...) Vespri d’Arte. Alle radici della nostra fede (locandina...)
  • Notizie di pace - Copia della bacheca Notizie di pace - Copia della bacheca "Padlet" realizzata dai ragazzi...
TOP NEWS
| fonte: Voce Isontina | autore: Paolo Cappelli
La fondatrice della Gioventù femminile di Azione Cattolica sarà beata: una testimonianza di fede e di impegno nella Chiesa e nella società italiana.
"Una donna che ha precorso i tempi contribuendo ad aprire strade nuove per il ruolo della donna nella vita della Chiesa e della società"
Per l’Azione cattolica
L’incontro con i "padri" della vita associativa si sviluppa sempre nell’intreccio fra l’ammirazione per la forza innovativa da loro espressa e la consapevolezza delle mutazioni che sono intervenute.
Se si parla di...

continua a leggere
| fonte: segnoweb.azionecattolica.it | autore: Gianni Di Santo
La tragica vicenda dell’ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell’autista Mustapha Milanbo, in realtà è una storia che racconta la vita. La vita vera, quella che non riusciamo più a raccontare nelle pagine...
continua a leggere
| fonte: Voce Isontina | tema: ACR
L’Associazione non ha voluto rinunciare al tradizionale appuntamento
Si è svolta negli scorsi giorni la "Festa della Pace" dell’Azione Cattolica Ragazzi.
Pur in un anno complicato, segnato ancora dalla pandemia, i vari gruppi presenti sul territorio diocesano non hanno voluto mancare all’appuntamento. Riportiamo...

continua a leggere
| fonte: famigliacristiana.it | autore: Saverio Gaeta
L’11 settembre 1946 fu trucidato dai comunisti, che non ne sopportavano l’impegno per i giovani. Nel 2008 Benedetto XVI ha promulgato il decreto della Congregazione per le Cause dei Santi, che lo dichiara assassinato in odium fidei.
Ciò che don Francesco Giovanni Bonifacio pensava del proprio compito sacerdotale nei difficili mesi dell’immediato dopoguerra, lo aveva espresso nel diario: «Siamo in tempi eroici. Siamo eroici per essere santi fino, se occorre, al martirio»....
continua a leggere
Economia, società e ambiente: i pilastri della sostenibilità nell’enciclica Fratelli tutti
di Katia Furlotti*- L’enciclica Fratelli tutti che papa Francesco ha firmato lo scorso ottobre delinea un’idea, un progetto, di comunità fondata sull’attenzione alla vita, e soprattutto sulla tutela della qualità della vita, che si snoda...
continua a leggere
La fondatrice della Gioventù femminile di Azione Cattolica sarà beata: una testimonianza di fede e di impegno nella Chiesa e nella società italiana.
"Una donna che ha precorso i tempi contribuendo ad aprire strade nuove per il ruolo della donna nella vita della Chiesa e della società"
L’Associazione non ha voluto rinunciare al tradizionale appuntamento
L’11 settembre 1946 fu trucidato dai comunisti, che non ne sopportavano l’impegno per i giovani. Nel 2008 Benedetto XVI ha promulgato il decreto della Congregazione per le Cause dei Santi, che lo dichiara assassinato in odium fidei.
Economia, società e ambiente: i pilastri della sostenibilità nell’enciclica Fratelli tutti
TOP VIDEO
Incontro di aggiornamento dei consigli parrocchiali degli affari economici
All'incontro è presente anche Patrizia Clementi, collaboratrice dell’Avvocatura della Curia dell’Arcidiocesi di Milano, esperta di questioni fiscali degli enti ecclesiastici e degli enti non profit, responsabile dell’inserto mensile di Avvenire “Non Profit – Il Consulente per gli enti non commerciali” e collabora stabilmente con la rivista exLege curata dall’Avvocatura della Curia dell’Arcidiocesi di Milano.
ARTICOLI RECENTI
fonte: cittanuova.it | autore: Carlo Cefaloni

Cafiero, il lavoro che nasce nella crisi

Nei prossimi 3 anni, secondo il World Economic Forum, nasceranno 133 milioni posti di lavoro e ne scompariranno 75 milioni. Come affrontare questo passaggio storico? Intervista a Ciro Cafiero, presidente di “Comunità di connessioni”
CONSULTA ARCHIVIO
DOCUMENTI RECENTI
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA...
SEGUICI SU SEGUICI SU SEGUICI SU SEGUICI SU SEGUICI SU
CALENDARIO EVENTI
<
FEBBRAIO 2021
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
EVENTI SEGNALATI
SETTORI E AREE INFORMATIVE
  • Chi siamo Chi siamo
  • Storia Storia
  • Attività Attività
  • Struttura Struttura
  • Formazione Formazione
  • Adesione all'AC Adesione all'AC
  • Associazioni Parrocchiali Associazioni Parrocchiali
  • Unitario Unitario
  • Adulti Adulti
  • ACR ACR
  • Giovani Giovani
  • Famiglia e vita Famiglia e vita
NEWS, MULTIMEDIA E CONTATTI
  • News, articoli e comunicati News, articoli e comunicati
  • Documenti diversi Documenti diversi
  • Fotogallery Fotogallery
  • Video e filmati Video e filmati
  • Podcast Podcast
  • Calendario eventi Calendario eventi
  • Comunica con noi Comunica con noi
  • Iscrizione alla nostra newsletter Iscrizione alla nostra newsletter
  • Informativa Privacy Informativa Privacy
stampa LETTURE DEL GIORNO 28/02/2021

COLORE LITURGICO: viola

II DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO B


Antifona

Il mio cuore ripete il tuo invito: «Cercate il mio volto!».
Il tuo volto, o Signore, io cerco, non nascondermi il tuo volto. (Sal 26,8-9)

 

Oppure:
 

Ricordati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore che è da sempre.
Non trionfino su di noi i nemici.
Da ogni angoscia salvaci, Dio d’Israele. (Cfr. Sal 24,6.2.22)

 

 

 

Non si dice il Gloria

Colletta

O Padre,
che ci chiami ad ascoltare il tuo amato Figlio,
guidaci con la tua parola,
perché purificati interiormente,
possiamo godere la visione della tua gloria.
Per il nostro Signore Gesù Cristo.

 

Oppure:
 

O Dio, Padre buono,
che hai tanto amato il mondo da dare il tuo Figlio,
rendici saldi nella fede,
perché, seguendo in tutto le sue orme,
siamo con lui trasfigurati nello splendore della tua luce.
Per il nostro Signore Gesù Cristo.

 

 

Prima Lettura

Il sacrificio del nostro padre Abramo.

Dal libro della Gènesi
Gen 22,1-2.9.10-13.15-18

In quei giorni, Dio mise alla prova Abramo e gli disse: «Abramo!». Rispose: «Eccomi!». Riprese: «Prendi tuo figlio, il tuo unigenito che ami, Isacco, va' nel territorio di Mòria e offrilo in olocausto su di un monte che io ti indicherò».
Così arrivarono al luogo che Dio gli aveva indicato; qui Abramo costruì l'altare, collocò la legna. Poi Abramo stese la mano e prese il coltello per immolare suo figlio. Ma l'angelo del Signore lo chiamò dal cielo e gli disse: «Abramo, Abramo!». Rispose: «Eccomi!». L'angelo disse: «Non stendere la mano contro il ragazzo e non fargli niente! Ora so che tu temi Dio e non mi hai rifiutato tuo figlio, il tuo unigenito».
Allora Abramo alzò gli occhi e vide un ariete, impigliato con le corna in un cespuglio. Abramo andò a prendere l'ariete e lo offrì in olocausto invece del figlio.
L'angelo del Signore chiamò dal cielo Abramo per la seconda volta e disse: «Giuro per me stesso, oracolo del Signore: perché tu hai fatto questo e non hai risparmiato tuo figlio, il tuo unigenito, io ti colmerò di benedizioni e renderò molto numerosa la tua discendenza, come le stelle del cielo e come la sabbia che è sul lido del mare; la tua discendenza si impadronirà delle città dei nemici. Si diranno benedette nella tua discendenza tutte le nazioni della terra, perché tu hai obbedito alla mia voce».

Parola di Dio

Salmo Responsoriale
Dal Sal 115 (116)

R. Camminerò alla presenza del Signore nella terra dei viventi.

Ho creduto anche quando dicevo:
«Sono troppo infelice».
Agli occhi del Signore è preziosa
la morte dei suoi fedeli. R.

Ti prego, Signore, perché sono tuo servo;
io sono tuo servo, figlio della tua schiava:
tu hai spezzato le mie catene.
A te offrirò un sacrificio di ringraziamento
e invocherò il nome del Signore. R.

Adempirò i miei voti al Signore
davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore,
in mezzo a te, Gerusalemme. R.

Seconda Lettura

Dio non ha risparmiato il proprio Figlio.Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
Rm 8,31b-34

Fratelli, se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? Egli, che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha consegnato per tutti noi, non ci donerà forse ogni cosa insieme a lui? Chi muoverà accuse contro coloro che Dio ha scelto? Dio è colui che giustifica! Chi condannerà? Cristo Gesù è morto, anzi è risorto, sta alla destra di Dio e intercede per noi!

Parola di Dio

Acclamazione al Vangelo

Lode e onore a te, Signore Gesù!

Dalla nube luminosa si udì la voce del Padre:
"Questi è il mio Figlio, l'amato: ascoltatelo!" (Cfr. Mc 9,7)

Lode e onore a te, Signore Gesù!
 

Vangelo

Questi è il Figlio mio, l'amato.

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 9,2-10

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro. Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.

Parola del Signore

Sulle offerte

Questa offerta, Padre misericordioso,
ci ottenga il perdono dei nostri peccati
e ci santifichi nel corpo e nello spirito,
perché possiamo celebrare degnamente le feste pasquali.
Per Cristo nostro Signore.

 

Antifona alla comunione

Questi è il Figlio mio, l’amato:
in lui ho posto il mio compiacimento.
Ascoltatelo. (Mt 17,5)

 

 

Dopo la comunione

Per la partecipazione ai tuoi gloriosi misteri
vogliamo renderti grazie, o Signore,
perché a noi ancora pellegrini sulla terra
fai pregustare i beni del cielo.
Per Cristo nostro Signore.

 

Orazione sul popolo

Benedici sempre i tuoi fedeli, o Padre, perché,
aderendo al Vangelo del tuo Figlio unigenito,
possano desiderare e raggiungere
la gloria manifestata agli apostoli in tutta la sua bellezza.
Per Cristo nostro Signore.


______

FONTE: Chiesa Cattolica Italiana - CEI

TWEET DI AZIONE CATTOLICA
GRAZIE AI NOSTRI CONTRIBUTORI
Questo sito è stato realizzato grazie al contributo della BCC - Cassa Rurale ed Artigiana del Friuli Venezia Giulia